Varie

MATERA: OBESITA' INFANTILE

Obesità infantile: più di 1500 bambini di Matera partecipano da lunedì al progetto di educazione alimentare e sportiva ‘Il buongiorno si vede dal mattino’    

il rischio di sovrappeso e obesità è maggiore nei bambini che non fanno abitualmente la prima colazione; eppure, in Italia, l’8% dei bambini la salta e il 33% la fa in modo inadeguato. Nonostante la nostra nazione sia la culla della dieta mediterranea, i bambini italiani sono tra i più grassi d’Europa con il 21% di obesi o in sovrappeso. Al Sud la situazione peggiora: ne soffre ben il 35% (Childhood Obesity Surveillance Initiative (2015-17) dell’Organizzazione Mondiale della Sanità).  

Accanto al nucleo familiare, la scuola ha un ruolo fondamentale per contrastare questa tendenza, così che numerosi istituti scolastici stanno ospitando anche quest’anno il progetto di educazione alimentare e sportiva "Il buongiorno si vede dal mattino" giunto alla IX edizione e promosso da Di Leo Pietro Spa di Matera, impegnata nella produzione di prodotti da forno.  

Il progetto farà tappa nelle scuole primarie di Matera a partire da lunedì 13 maggio, coinvolgendo oltre 1500 bambiniattraverso il racconto di una favola una nutrizionista, supportata da slide creative e divertenti e in maniera interattiva, avrà il compito di trasmettere ai più piccoli i principi di una sana alimentazione, a partire da una corretta colazione, abbinata all’attività fisica. 

Lunedì 13 maggio: l’iniziativa coinvolgerà le scuole dell’istituto comprensivo ‘Padre Giovanni Semeria’: alle 8.30l’appuntamento è alla scuola ‘Martella’, alle 9.30 alla scuola ‘Semeria’ per poi passare nella scuola ‘Don Milani’ con due differenti turni, uno alle 11 e uno alle 14.30.

Martedì 14 maggio: il progetto sarà realizzato nelle scuole dell’istituto comprensivo ‘Giovanni Pascoli’: alle 9 nella scuola ‘Nitti’ e successivamente nella scuola ‘Lucrezio’ con due differenti turni, uno alle 10.30 e uno alle 11.40

Mercoledì 15 maggio: sarà il turno dell’istituto comprensivo ‘Fermi’, con due appuntamenti nella scuola ‘Fermi’, uno alle 9 e uno alle 10.30.

La settimana successiva l’iniziativa verrà realizzata anche nella scuola ‘Marconi’ dell’istituto comprensivo ‘Torracca’.  

L’attenzione di Di Leo al mondo delle scuole si manifesta anche nell’ambito del ricco programma di ‘Matera 2019’all’interno del quale l’azienda lucana è protagonista in qualità di ‘School partner’; tra le iniziative il progetto‘Patrimonio in gioco’, che coinvolge 60 classi primarie e secondarie di primo grado della Basilicata nella scoperta, in un’ottica nuova, del concetto di ‘patrimonio’. Le classi delle scuole primarie seguono un percorso su temi legati al territorio, come il paesaggio o le donne che hanno fatto la storia dei luoghi mentre le classi delle scuole secondarie riproducono con una stampante 3D oggetti identificativi e desueti del proprio territorio che vengono reimmaginati.